Corso di formazione e sicurezza alveo fluviale e/o in prossimità di opere idrauliche, sessione estiva

Su richiesta, da primavera ad autunno.

Da preventivare. richiedi informazioni

Corso di formazione e sicurezza alveo fluviale e/o in prossimità di opere idrauliche, sessione estiva

Corso teorico-pratico per operatori dei bacini montani

Il corso di formazione e sicurezza estivo sugli alvei fluviali e/o in prossimità di opere idrauliche per operatori dei bacini montani è un modulo teorico-pratico di otto ore. Durante il corso imparerai a muoverti in ambiente, a riconoscere i pericoli e diminuire i rischi portandoli a un livello accettabile.

Questo corso rispetta il D. Lgs 81/2008 del 09/04/2008. Verrai formato da una Guida Alpina della Cooperativa iscritta al Collegio delle Guide Alpine del Trentino e titolata alla formazione ai sensi del Decreto Interministeriale del 06/03/2013 e dell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

Durante la parte pratica il rapporto allievo/docente è di uno a sei.

Per poter personalizzazione il programma sulle tue esigenze, cercheremo di formare dei gruppi di livello tecnico omogeneo.

Destinatari del corso

È il corso per te se, qualunque sia la tua professione o ente, tu o il tuo personale siete operatori dei bacini montani e lavorate sugli alvei fluviali o in condizioni naturali critiche e di difficile progressione.

Obiettivi

Durante questo corso imparerai a:

  • valutare con consapevolezza i rischi legati all’ambiente dove operi;
  • aumentare le condizioni di sicurezza durante il lavoro;
  • tecniche e progressioni con D.P.I. adeguati.

Quindi, ad esempio, per:

  • le cooperative che sfalciano l’erba vicino ai fiumi
  • i servizi fluviali
  • i guardia ittica
  • i pompieri

Programma del corso

Possiamo personalizzare il programma del corso in base alle tue esigenze o a quelle del tuo gruppo. Elenchiamo, a titolo esemplificativo, l’elenco numerato dei programmi dei corsi che abbiamo già svolto. Nella richiesta di programma indicaci il numero del programma o degli argomenti che ti interessano, penseremo noi a crearti un programma ad hoc studiato sui tuoi bisogni.

Programma uno (un giorno)

  1. Modello per la gestione del rischio in ambiente: individuo – valuto – proteggo.
  2. Uso dei D.P.I. su rampe e addestramento anti caduta.
  3. Valutazione reale sull’uso dei sistemi di trattenuta.
  4. Uso ramponcini su terreni vari.
  5. Analisi di alcuni incidenti per scivolamento in contesti lavorativi.
  6. Guado e salvataggio.
  7. Approfondimento accurato delle tecniche di guado creando una linea vita svincolabile con operatore assicurato da fune.
  8. Prova veritiera di salvataggio in acqua.
Programma due (due giorni)
Primo giorno
  1. Materiali specifici (corde dinamiche da 10 mm, trapano a batteria, tasselli ad espansione) e loro uso.
  2. Costruzione di ancoraggi su punti artificiali.
  3. Tecniche di assicurazione con nodo barcaiolo e mezzo barcaiolo e asola di bloccaggio con controasola di sicurezza.
  4. Valutazioni del percorso migliore di avvicinamento ai corsi d’acqua in relazione ai rischi ambientali presenti.
  5. Tecniche di progressione su terreni ripidi e scivolosi con particolare riferimento alle scarpate laterali dei corsi d’acqua.
  6. Tecniche di attraversamento con assicurazione da un ponte a monte:
    – squadra di 2 p;
    – alveo largo;
    – portate medie e alte;
    – ponte a monte;
    – assicurazione sul parapetto del ponte con due corde spostate alternativamente.
Secondo giorno
  1. Tecniche di attraversamento con assicurazione su punti intermedi:
    – squadra di 2 p (3 solo per situazioni particolarmente difficili);
    – alveo largo;
    – portate medie;
    – possibilità di ancoraggio intermedie su massi stabili sporgenti dal livello dell’acqua;
    – assicurazione dalla riva con rinvii intermedi (in caso di rapide impetuose ma strette utilizzare un ancoraggio nel fiume in modo tale che la corda formi un angolo il più acuto possibile rispetto alla direzione della corrente).
  2. Tecniche di attraversamento con corda di sicurezza (teleferica):
    – squadra di 2 p (3 solo per situazioni particolarmente difficili);
    – alveo largo;
    – portate medio-alte;
    – attraversamento del torrente con la tecnica precedente;
    – tensionamento di una doppia corda di sicurezza in modo tale che possa essere recuperata.

Note

Le guide porteranno l’attrezzatura necessaria per un salvataggio in acqua.

Dove

Nel tuo Comune o dai noi in Trentino.

Quando

Su richiesta, da primavera ad autunno.

Cosa portare

  • vestiario adatto
  • scarponcini
  • tutti i D.P.I. specifici in uso
  • quattro moschettoni a ghiera a base larga EN362
  • una fettuccia con asole per autoassicurazione
  • un freno
  • tre cordini di kevlar
  • in caso di guado: ricambio di scarpe, calze e vestiario
  • materiale collettivo: una corda da lavoro di lunghezza variabile (da 20 a 60 m)

Costo

Da preventivare.

Il costo varia a seconda del programma, della durata e del numero di partecipanti.

Contatta il nostro ufficio per un preventivo personalizzato.

Perché sceglierci

120

Guide
Alpine

13

anni di
esperienza

3000

operatori finora
formati